Get Alla ricerca del senso perduto PDF

By Anita Seppilli

Show description

Read Online or Download Alla ricerca del senso perduto PDF

Best italian books

Additional info for Alla ricerca del senso perduto

Sample text

Ora mancava solo che, a perfetto coronamento dell’opera, l’energia posta nella realizzazione del piano fosse all’altezza della determinazione dei propositi. In primo luogo ci sarà da decidere chi lascerà la città e chi ci resterà. Partiranno, è chiaro, il signor capo dello stato e tutto il governo fino al livello di sottosegretario, accompagnati dai consiglieri più stretti, partiranno i deputati della nazione perché non si veda interrotta la produzione legislativa, partiranno le forze dell’esercito e della polizia, ivi compresa la stradale, ma il consiglio comunale resterà in blocco con il suo rispettivo presidente, resteranno i corpi dei pompieri, non sia mai che la città vada a fuoco per qualche disattenzione o atto di sabotaggio, resteranno altresì i servizi di nettezza urbana per via delle epidemie, e, ovviamente, saranno garantiti il rifornimento di acqua e la fornitura di energia elettrica, quei beni essenziali alla vita.

Naturalmente, le informative consegnate dagli agenti del servizio segreto ai superiori dissimulavano questi smacchi, aggiravano questi tracolli, contentandosi di insistere sull’ostinata e sistematica mancanza di spirito di collaborazione di cui il settore di popolazione sospetto continuava a dar prova. Si potrebbe pensare che quest’ordine di cose fosse arrivato a un punto del tutto simile a quello in cui due lottatori dotati di uguale forza, uno a spingere da qui, l’altro a spingere da là, se era vero che non cedevano di un piede dal punto in cui lo avevano messo, tanto meno riuscivano ad avanzare foss’anche di un dito e che, di conseguenza, solo l’esaurimento finale di uno dei due avrebbe finito per consegnare la vittoria all’altro.

Giunti a questo punto, con la preda rincantucciata in un angolo e vinta, le si rivolgeva la domanda fatale, Ora mi dirà come ha votato, cioè, a che partito ha dato il suo voto. Orbene, essendo stati convocati per l’interrogatorio cinquecento sospetti acciuffati nelle file degli elettori, situazione in cui si sarebbe potuto trovare chiunque di noi vista la palese evanescenza della materia di un’accusa scarsamente rappresentata dal tipo di frasi di cui abbiamo dato un convincente campionario, frasi captate dai microfoni orientabili e dai registratori, la cosa logica, tenendo in considerazione la relativa ampiezza dell’universo in questione, sarebbe che le risposte si fossero distribuite, ancorché con un piccolo e naturale margine di errore, nella stessa proporzione dei voti che erano stati espressi, cioè, quaranta persone lì a dichiarare con orgoglio di aver votato per il partito di destra, questo al governo, un numero uguale che condiva la risposta con un pizzico di sfida per affermare di aver votato per l’unica opposizione veramente degna di tal nome, cioè, per il partito di mezzo, e cinque, non più di cinque, braccate, schiacciate contro il muro, Ho votato per il partito di sinistra, avrebbero detto con decisione, ma al tempo stesso con il tono di chi si scusa per un’ostinazione che non è in suo potere evitare.

Download PDF sample

Rated 4.75 of 5 – based on 18 votes